come insegnare inglese all'estero

Come insegnare inglese all’estero: quale certificato è indispensabile

L’inglese può essere un valido alleato per il tuo futuro lavorativo: se sogni di vivere lontano da casa e famiglia non farti scoraggiare dalle spese a cui dovrai far...

L’inglese può essere un valido alleato per il tuo futuro lavorativo: se sogni di vivere lontano da casa e famiglia non farti scoraggiare dalle spese a cui dovrai far fronte, insegnare inglese all’estero può essere una soluzione lavorativa emozionante e gratificante che, oltre ad offrirti un ambiente di lavoro vario e dinamico, ti darà anche la possibilità di viaggiare molto. Ma di cosa hai bisogno e qual è il migliore certificato per insegnare inglese all’estero oggi?

Come insegnare inglese all’estero: suggerimenti utili

Native vs Non native

Una supposizione che mi capita di sentire spesso è che per insegnare l’inglese all’estero bisogna essere madrelingua. Non nego che in parte sia così, ma non vale per tutti: anche se alcune scuole insistono ancora su questo punto, ce ne sono molte che sono disposte e felici di assumere persone competenti non madrelingua. Ciò che è innegabile, tuttavia, è che un non madrelingua ha qualche scoglio in più da superare per insegnare inglese all’estero: serve infatti un livello di conoscenza altissimo. Che tradotto significa essere in possesso di un livello C2 nel QCER.

To train or not to train?

Come per ogni professione, è importante avere la giusta formazione. Contrariamente all’opinione comune, essere bravi in una lingua non basta per diventare un buon insegnante. È necessaria anche una formazione su un’ampia varietà di materie relative all’istruzione, dalla pianificazione delle lezioni alla gestione della classe e via dicendo.

Per questo motivo, vale la pena investire in una qualifica specifica, soprattutto se non hai avuto una precedente formazione per insegnanti. Diamo quindi un’occhiata ad alcuni acronimi importanti che incontrerai durante la tua ricerca.

TEFL: Teaching English as a Foreign Language

Si riferisce alle qualifiche finalizzate all’insegnamento dell’inglese in un paese in cui NON è la prima lingua (ad esempio in Italia, Cina, Russia, Brasile).

TESL: Teaching English as a Second Language

Si tratta di qualifiche finalizzate all’insegnamento dell’inglese a persone straniere che vivono in un paese di lingua inglese (ad esempio in Australia, nel Regno Unito, negli Stati Uniti).

TESOL: Teaching English to Speakers of Other Languages

Questo si riferisce all’insegnamento sia in situazioni TEFL che TESL.

Which qualification should I choose?

Cercando su internet, troverai un’ampia varietà di corsi TEFL in offerta. Sono per lo più in formato online o richiedono un weekend di attività faccia a faccia. Ma attenzione, anche se questi possono essere un buon viatico al mondo dell’insegnamento, molto spesso sono considerati di scarso valore dai datori di lavoro seri!

Perché? Perché, come l’apprendimento di qualsiasi nuova abilità, l’insegnamento è un’attività complessa che richiede pratica, riflessione ed esperienza. Come tale, è impossibile impararlo bene online o durante il fine settimana. Infatti, la maggior parte delle scuole richiede qualifiche che prevedono un minimo di 100 ore di formazione faccia a faccia con 6 ore aggiuntive di pratica didattica valutata.

In realtà ci sono due importanti certificazioni che soddisfano questi criteri e sono ben accette in tutto il mondo. Si tratta del Cambridge CELTA (Certificate of English Language Teaching to Adults) e del Trinity CertTesol (Certificate in Teaching English to Speakers of Other Languages).

Diamo un’occhiata ai requisiti di ingresso per entrambi i corsi.

1. Avere almeno 18 anni (alcuni corsi possono arrivare a 20 o 21 anni).
2. Eccellente competenza nell’inglese scritto e parlato (equivalente a un livello C1 alto).
3. Livello di istruzione sufficiente per frequentare un corso universitario (alcuni istituti possono chiedere una laurea).

Come puoi ben capire, la conoscenza della lingua inglese è l’elemento più importante. Tuttavia non sempre è richiesta una certificazione. La competenza di un candidato in inglese viene solitamente valutata tramite un colloquio (videochiamata o di persona) e un test di lingua pre-corso.

Course content

Naturalmente, prima di scegliere una qualifica, è importante capire il contenuto del corso. Per farti un’idea, qui di seguito trovi una sintesi dei principali argomenti trattati nel CELTA e nel CertTesol.

CELTACertTESOL
Studenti e insegnanti: comprendere le diverse preferenze e stili di apprendimento.Profilo dello studente: comprendere i bisogni dello studente.
Analisi e consapevolezza del linguaggio: grammatica, lessico, fonologia, terminologia didattica.Consapevolezza del linguaggio: grammatica, lessico e fonologia.
Competenze linguistiche: come insegnare a leggere, ascoltare, parlare e scrivere.Lingua sconosciuta: imparare una nuova lingua e riflettere sull’esperienza.
Pianificazione e risorse: pianificazione delle lezioni per i diversi contesti di insegnamento.Assegnazione dei materiali: sviluppo di materiali didattici per diversi contesti.
Sviluppo delle capacità didattiche e professionali: 6 ore di insegnamento valutato con veri allievi.Capacità di insegnamento: 6 ore di insegnamento valutato con veri allievi.

Da quanto detto sopra, risulta chiaro che entrambi i corsi coprono più o meno gli stessi tre elementi: comprensione della lingua, comprensione dell’apprendimento e comprensione dell’insegnamento.

What to expect on a teacher training course

La prima cosa da sottolineare è che si tratta di corsi intensivi e full-immersion. Sono disponibili versioni part-time e part-time online, ma la maggior parte dei corsi si svolgono ogni giorno per un periodo di 4 o 5 settimane. Ciò significa che, se ti stai ancora chiedendo come insegnare inglese all’estero, la risposta è che prima di tutto dovrai frequentare il corso per 8/9 ore al giorno dal lunedì al venerdì.
Un’altra cosa da notare è che nessuno dei due corsi rilascia un attestato di frequenza. Ciò significa che per ricevere l’attestato non solo dovrai metterti in luce in classe, ma anche presentare e superare una serie di compiti, come leggere riviste di riflessione, saggi, relazioni e piani di lezione. Aspettati quindi un numero significativo di ore extra di compiti a casa la sera e nei fine settimana.
Tutto questo duro lavoro sarà poi compensato da grande soddisfazione e divertimento. Quindi se sei veramente motivato, fidati che ne varrà la pena. Avrai la possibilità di sviluppare le tue capacità in modo pratico, riceverai un ottimo tutoraggio e il supporto di insegnanti di lingua esperti.
Quindi, se ti senti ispirato a iniziare la tua carriera di insegnante di inglese all’estero, visita i siti web di Cambridge o Trinity.

Come insegnare inglese all’estero alle scuole elementari?

Se desideri insegnare ai più piccoli a muovere i primi passi con l’inglese, le scuole elementari sono il posto che fa per te: scopri quali sono i requisiti e le competenze necessarie per questo posto di lavoro! Un grande aiuto per la tua carriera può venire anche da un corso di inglese per insegnanti, pensato esclusivamente per chi vuole specializzarsi in questa professione.

Ti è piaciuto I'articolo?


ho letto l’informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali per tutte le finalità ivi descritte. Leggi l’informativa sulla privacy

Emily

Vengo orgogliosamente da Leicester ma vivo in Italia da quasi 5 anni. Amo il teatro, la mia più grande passione, e ogni volta che salgo su quel palco provo la stessa emozione del primo giorno!

    Comments

    comments

    Categorie
    go abroad

    Articoli correlati

    seguici sui social media