certificazione inglese per lavoro

Scegliere la giusta certificazione di inglese per ogni lavoro

C’era una volta la certificazione di inglese che distingueva il tuo cv da tutti gli altri. Al giorno d’oggi, invece, avere un livello linguistico certificato è sempre più un...

C’era una volta la certificazione di inglese che distingueva il tuo cv da tutti gli altri. Al giorno d’oggi, invece, avere un livello linguistico certificato è sempre più un must-have. Naturalmente, con così tante opzioni disponibili, può essere difficile scegliere quale sia la giusta certificazione di inglese per il tuo lavoro. Esiste un attestato perfettamente compatibile con la tua professione (o con quella dei tuoi sogni) e, se sì, qual è il più indicato?

Come scegliere la giusta certificazione di inglese per ogni lavoro? Le vostre domande e le soluzioni su misura

Anna, 25 anni – Bologna:
“Ho appena finito l’università e sto cercando il mio primo lavoro. Vorrei un certificato di inglese da aggiungere al mio CV.”

Se stai cercando un attestato generale di inglese per il tuo CV, le certificazioni Cambridge English sono molto versatili e ampiamente riconosciute in tutto il mondo. Offrono esami per tutti i livelli, ma le tre opzioni più popolari sono il First Certificate (B2), Advanced Certificate (C1) e Proficiency (C2). Ogni esame mette alla prova le abilità di comprensione, grammatica, ascolto, scrittura e conversazione. Un vantaggio fondamentale di sostenere un esame Cambridge è che i risultati non scadono, quindi non devi preoccuparti di aggiornare in futuro il tuo cv.

Paolo, 45 anni – Roma:
“Lavoro per una multinazionale e mi trovo spesso a parlare con colleghi da tutto il mondo. Per questo avrei bisogno di un attestato di inglese orientato al Business, che sia funzionale al mio lavoro in azienda.”

Una delle certificazioni più popolari di inglese commerciale è il TOEIC (Test of English for International Communication). Ci sono in realtà due test, il primo focalizzato sulla lettura e sull’ascolto, e il secondo sulla conversazione e sulla scrittura. I candidati possono scegliere di affrontare una singola prova o entrambe le parti. Tutte le domande si basano su situazioni di lavoro reali. Mi raccomando: non confondere il TOEIC con il TOEFL (un esame rivolto agli studenti) e ricorda che il punteggio è valido solo per 2 anni, in quanto si tratta di contesti professionali in cui le tue abilità vengono periodicamente monitorate e aggiornate. 

Anche il Cambridge offre una serie di certificazioni di inglese aziendale: B1 Business Preliminary, B2 Business Vantage e C1 Business Higher. Ogni test valuta le quattro capacità di lettura, ascolto, conversazione e scrittura, e si concentra sulle attività lavorative più comuni come la scrittura di un’e-mail e l’interazione nelle riunioni. A differenza del TOEIC, queste certificazioni non scadono, anche se i datori di lavoro possono richiedere ai candidati risultati relativamente recenti. 

Mario, 32 anni – Napoli:
“Lavoro nel settore alberghiero e devo parlare ogni giorno con clienti che vengono da ogni parte del mondo!”

Ok bene, quindi la tua principale preoccupazione è certificare il tuo livello di inglese parlato! Allora il Trinity GESE (Graded Examination in Spoken English) potrebbe essere quello che fa per te. Questo tipo di esame, che va dal livello A1 fino al C2 valuta esclusivamente la capacità di comunicare. Cosa ti è richiesto? Una conversazione informale, una discussione su un argomento preciso, un compito interattivo, una presentazione e una sezione di ascolto.

Se, invece, desideri una certificazione comunque completa rimanendo in campo Trinity puoi prendere in considerazione l’esame Trinity ISE (Integrated Skills in English), che testa lettura, ascolto, scrittura e conversazione. I test sono progettati per riflettere l’attualità e la vita reale, sono molto pratici e comunicativi. Come per le qualifiche Cambridge, anche i risultati del Trinity GESE e ISE durano tutta la vita. 

Federica, 27 anni – Bari:
“Vorrei partecipare a un concorso pubblico in Italia ma ho visto che è richiesto un livello minimo di inglese.”

Vero. Ora la maggior parte dei bandi richiede la prova di una competenza linguistica in inglese almeno di livello B2, mentre alcuni richiedono addirittura il livello C1. Avere la giusta certificazione di inglese per il lavoro aumenta il tuo punteggio quando ti candidi per le procedure di selezione pubblica in Italia. Gli esami che, di solito, sono sempre accettati includono Cambridge, IELTS e Trinity; in ogni caso, sul sito web del Ministero dell’Istruzione e della Ricerca Universitaria (M.I.U.R.) puoi trovare l’elenco completo degli enti linguistici riconosciuti.

Kamir, 35 anni – Milano:
“Voglio trasferirmi in un paese anglofono per lavorare. È richiesto un livello linguistico particolare?”

Se stai pensando di trasferirti all’estero, è fondamentale verificare i requisiti di ingresso posti dal paese in cui vuoi emigrare. L’Australia, ad esempio, accetta 5 diversi tipi di certificati come prova della conoscenza della lingua inglese, mentre il Regno Unito accetta solo l’attestato IELTS (ma i visti sono attualmente necessari solo per i lavoratori non comunitari).

È inoltre fondamentale comprendere le esigenze del proprio settore lavorativo. Il pre-requisito standard per i professionisti del settore medico, ad esempio, è l’Academic IELTS. Nel Regno Unito, i medici devono avere un punteggio complessivo di 7,5 e almeno 7 per ogni abilità (reading, writing, speaking, listening), ma ogni nazione e ruolo ha le proprie richieste specifiche. Ancora una volta, è importante ricordare che i certificati IELTS hanno una validità di soli 2 anni. 

Liliana, 42 anni – Firenze:
“Non ho tempo per sostenere un test riconosciuto. Posso fare invece un test online?”

Con lo sviluppo di internet, ci sono ora molte opzioni online “facili” e “veloci” per i test linguistici. Anche se queste opzioni possono essere utili per farti un’idea del tuo livello, la maggior parte di esse NON sono accettate come prova delle tue capacità linguistiche. Se sei seriamente intenzionato a dimostrare le tue abilità linguistiche vale comunque la pena investire tempo, sforzi e denaro in una qualifica riconosciuta a livello internazionale come IELTS, TOEIC, Cambridge o Trinity.

Nuove opportunità all’estero: scegli la migliore certificazione di inglese per il tuo lavoro e per i tuoi obiettivi!

Spero di aver risposto a qualche dubbio che avevi da tempo e di averti chiarito un po’ le idee su cosa differenzia una certificazione di inglese per un lavoro da un’altra. Se vuoi cogliere nuove possibilità di carriera in una grande multinazionale o semplicemente fare un’esperienza di lavoro all’estero è indispensabile, non solo fare bella figura al prossimo colloquio in lingua inglese, ma anche presentare un livello linguistico adeguato alla tua candidatura. E se il tuo inglese non ha ancora raggiunto lo standard minimo richiesto, non scoraggiarti: un corso di inglese è pensato appositamente per migliorare le tue skill e, unito a costanza e determinazione, ti farà ottenere i risultati che desideri.

Ti è piaciuto I'articolo?


ho letto l’informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali per tutte le finalità ivi descritte. Leggi l’informativa sulla privacy

Emily

Vengo orgogliosamente da Leicester ma vivo in Italia da quasi 5 anni. Amo il teatro, la mia più grande passione, e ogni volta che salgo su quel palco provo la stessa emozione del primo giorno!

    Comments

    comments

    Categorie
    Tips & Tricks

    Articoli correlati

    seguici sui social media