who which that esercizi

Who, which or that? Esercizi con spiegazione per imparare a distinguerli

I pronomi relativi in inglese sono fondamentali per parlare in maniera sciolta e fluida formulando frasi lunghe di senso compiuto. Attento, però: possono essere facilmente confusi fra di loro!...

I pronomi relativi in inglese sono fondamentali per parlare in maniera sciolta e fluida formulando frasi lunghe di senso compiuto. Attento, però: possono essere facilmente confusi fra di loro! Oggi ti aiuterò a fare un po’ di ordine e in questo articolo troverai esempi pratici e tanti esercizi con who, which e that. Per prima cosa: cosa si intende per pronomi relativi? Come puoi facilmente intuire dalla parola (dal latino pronomen= “invece del nome”), sostituiscono un nome di persona, animale o cosa. In inglese, i pronomi sono invariabili in genere e numero mentre quelli italiani sono: “che”, “chi”, “cui”, “il/la quale”, “i/le quali”, “del/della quale”, “dei/delle quali”. In più, il pronome relativo collega la proposizione relativa alla proposizione principale. Ora ci soffermeremo, in particolare, su tre parole che possono fare una grande differenza in inglese: who, which e that.

Who, which, that: esercizi ed esempi pratici con i pronomi relativi.

La prima differenza tra questi tre pronomi è ciò a cui si riferiscono:

  • Who si riferisce a una o più persone;

The actor who starred in this film is Spanish.

  • Which si riferisce ad animali o cose;

This film, which I love, was a complete flop at the box-office.

  • That si riferisce, anch’esso, ad animali o cose.

I love the book that my mum gave me.

Which Vs. That

Dato che entrambi si riferiscono allo stesso oggetto, quando è meglio usare l’uno e quando l’altro? Scopriamolo insieme!

 That introduce una proposizione restrittiva, mentre which introduce una proposizione non-restrittiva. 

Sicuramente stai pensando “cosa sono le proposizioni restrittive o non-restrittive?”.

  • La proposizione restrittiva è la parte essenziale del periodo. E quindi se questa venisse cancellata, il significato dell’intera frase cambierebbe.
  • La proposizione non-restrittiva, invece, introduce una parte di testo non essenziale ai fini della frase, che comunque mantiene il suo significato.

Vediamo qualche esempio per capire meglio.

She loves her dog, which has floppy ears.

Prova a coprire con la mano quello che ho evidenziato in grassetto: rimarrà soltanto “She loves her dog” che ha un senso a sé stante e quindi si tratta di una proposizione non-restrittiva, per questo viene utilizzato il pronome which.

The car that I want is out of my price range.

Prova a fare la stessa operazione anche con questa frase: coprendo la parte in grassetto, rimane soltanto “The car” che non ha significato senza il periodo introdotto dal that. Questo è, invece, un esempio di proposizione restrittiva.

Da notare che spesso le frasi non-restrittive hanno la virgola, mentre questa non è presente nelle frasi restrittive.

Come spesso accade, però, le cose non sono così rigide. Infatti potresti incontrare molti inglesi che nell’uso comune della lingua (specialmente in contesti informali) usano which o that come se fossero intercambiabili.

  1. Who ate the tiramisu that I bought this morning?
  2. Who ate the tiramisu which I bought this morning?

La proposizione that I bought this morning è parte essenziale della frase perché fa capire di quale tiramisù sto parlando. La prima frase dunque è corretta, ma molti inglesi non considererebbero sbagliata nemmeno la seconda.

Test your abilities: esercizi con who, which e that!

Vuoi metterti alla prova per vedere se veramente hai capito come utilizzare i pronomi relativi in inglese?

Compila il form qui sotto e scarica il pdf degli esercizi
con who, which e that
!

Non fermarti solo ai pronomi: nel magazine trovi tanti esercizi anche con gli avverbi di frequenza. E se hai bisogno di una full immersion vera e propria, allora un corso di inglese ti aiuterà ad approfondire tutta la grammatica di cui hai bisogno e ti darà una grossa mano nel comprendere i tuoi errori più ricorrenti!

Ti è piaciuto I'articolo?


ho letto l’informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali per tutte le finalità ivi descritte. Leggi l’informativa sulla privacy

Sara

Neozelandese perdutamente innamorata di Firenze, dei suoi musei, dei suoi vicoli e delle sue campagne. Porto la macchina fotografica sempre con me per immortalare ogni scorcio della mia nuova vita italiana!

    Comments

    comments

    Categorie
    english bits

    Articoli correlati

    seguici sui social media