articoli indeterminativi inglese

Articoli indeterminativi in lingua inglese: A e AN

Quando si parla di grammatica spesso diamo per scontato di saper correttamente utilizzare gli articoli indeterminativi in inglese A/An.Un piccolo ripasso può esserti utile. Nella lingua inglese si usa l’articolo...

Quando si parla di grammatica spesso diamo per scontato di saper correttamente utilizzare gli articoli indeterminativi in inglese A/An. Ma siamo assolutamente sicuri di utilizzarli sempre nel modo corretto?  Un piccolo ripasso può esserti utile.

Nella lingua inglese si usa l’articolo indeterminativo A/An davanti ai sostantivi singolari numerabili la prima volta che ci si riferisce a una persona (a man – un uomo), un animale (an ant – una formica) o un oggetto (a table – un tavolo).

Gli articoli indeterminativi in inglese: quando si usa “A”

  • Si usa A davanti alle parole che iniziano con una consonante o con “h” aspirata.

Consonante: A friend (un amico) a car (un’auto) a boy (un ragazzo) a girl (una ragazza);

H aspirata: A house(una casa) a hand (una mano) a holiday (una vacanza).

  • Si usa A davanti alla U quando questa ha il suono  della parola You e davanti a EU :

Davanti a U con suono You: a university (un’università);

Davanti a EU: a European city (una città europea).

  • Si usa A davanti al suono W: a one-way street (una strada a senso unico), a woman (una donna).

Gli articoli indeterminativi in inglese: quando si usa “AN”

  • Si usa AN davanti ai sostantivi singolari che cominciano per vocale (a, e, i, o, u): an apple (una mela), an orange car (una macchina arancione) an egg (un uovo), an interesting play (un gioco interessante).
  • Oppure con “h” muta: an hour (un’ora), an honest person (una persona onesta), an heir (un erede), an honour (un onore).

Incappare in questi errori è molto facile, soprattutto durante un compito in classe, quando ogni volta ti assalgono mille dubbi e anche le cose più banali possono farti perdere tempo prezioso. Vuoi dire addio agli errori grammaticali più comuni? Segui questo magazine e scopri le regole più efficaci per evitarli: troverai tantissime finestre sull’inglese, da integrare al tuo corso di lingua!

Ti è piaciuto I'articolo?


ho letto l’informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali per tutte le finalità ivi descritte. Leggi l’informativa sulla privacy

Tim

Se fossi un colore sarei il blu e se fossi un film sarei "Blow-up" di Antonioni. Già, perché studio fotografia e mi chiamo Tim; ho lavorato come cameriere a Miami e poi ho preso il primo aereo per Roma. I love Italy!

    Comments

    comments

    Categorie
    Tips & Tricks
    Nessun commento

    Rispondi

    *

    *

    Articoli correlati

    seguici sui social media