libri inglesi da leggere

I 9 libri inglesi da leggere in viaggio

I libri inglesi da leggere in viaggio sono ciò di cui parlerò oggi: si tratta di storie brevi, che pesano poco e si leggono in un attimo. Si trasportano facilmente, sono...

I libri inglesi da leggere in viaggio sono ciò di cui parlerò oggi: si tratta di storie brevi, che pesano poco e si leggono in un attimo. Si trasportano facilmente, sono classici e meno classici, daranno un altro sapore alla tua vacanza e la renderanno indimenticabile. Ti è mai capitato di viaggiare con un compagno, amico, fidanzato/a che poi, durante la vacanza, si è rivelato pessimo? Quello che ti ha fatto penare, preoccupare e pensare “ma chi me l’ha fatto fare???”. Le brutte esperienze di viaggio capitano ma devi sapere che c’è un compagno di viaggio che non ti tradirà mai, ti sarà sempre fedele, ti farà compagnia, ti farà piangere, ridere e sognare. No, nessun cagnolino! Il compagno di viaggio a cui mi riferisco non sporca e non ha bisogno di fare passeggiate o spuntini. Sto parlando di un libro. Un amico che ti farà sentire meno solo, ti terrà compagnia durante i lunghi viaggi (soprattutto quelli affrontati da solo) e ti salverà da molte situazioni.

I migliori 9 libri inglesi da leggere in viaggio

Gente di Dublino (James Joyce)

Consigliato se: viaggi alla volta di Dublino.

Trama: Il famosissimo scrittore irlandese descrive, in 15 racconti, la vita quotidiana a Dublino agli albori del XX secolo. I protagonisti di queste storie sono persone semplici, a volte sognanti e paradossali che abitano una città dai mille volti,  spesso grotteschi ma anche meravigliosi.

Le città invisibili (Italo Calvino)

Consigliato se: stai per metterti in viaggio verso l’Oriente o verso città misteriose.

Trama: Tutto comincia con il dialogo tra Marco Polo e l’imperatore dei Tartari Kublai Khan che interroga il famoso esploratore a proposito delle città che fanno parte del suo immenso impero. Marco Polo descrive città reali e immaginarie che colpiscono profondamente il Gran Khan (e il lettore): 9 capitoli indimenticabili su una collezione surreale e meravigliosa, fantasiosa e tremendamente attuale.

I diari della motocicletta (Ernesto “Che” Guevara)

Consigliato se: stai per metterti in viaggio verso l’America latina (o se il tuo viaggio è proprio in sella ad una moto). 

Trama: Il rivoluzionario argentino Ernesto Guevara racconta i suoi 9 mesi di viaggio attraverso il Sud America, in sella alla sua motocicletta. Le esperienze raccontate nel libro (dall’oppressione dei lavoratori alle ingiustizie sociali) hanno fatto dell’autore il mito rivoluzionario che oggi conosciamo ma, al di là della connotazione politica e sociale, il testo rimane uno dei libri di viaggio più belli di sempre.

Siddhartha (Hermann Hesse)

Consigliato se: la tua destinazione è l’India.

Trama: Il viaggio di Siddhartha è innanzitutto un’avventura spirituale. Il protagonista del libro (la cui figura è liberamente ispirata a quella del Buddha) sta cercando, attraverso molti mezzi e battendo molte strade, se stesso. Solo alla fine del romanzo giungerà alla piena scoperta del sé e della verità.

La fattoria degli animali (George Orwell)

Consigliato se: ami le storie politicamente impegnate e un po’ distopiche.

Trama: “Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”. Niente di più vero per questo agghiacciante racconto satirico lucido e ironico ambientato in una fattoria in cui gli animali sono alla disperata ricerca di libertà e democrazia. Consigliatissimo.

Cuore di tenebra (Joseph Conrad)

Consigliato se: la tua destinazione è l’Africa (o il Vietnam, se sei più un tipo da Napalm al mattino ).

Trama: La storia è ambientata in Africa e narra del viaggio alla ricerca di Kurtz. L’uomo, che ha perso tutto ciò che conservava della sua antica umanità, viene trovato vecchio, malato ed eletto a divinità dispotica e sanguinaria dalla popolazione indigena. Dal racconto è tratto il famosissimo film di Francis Ford Coppola Apocalypse Now.

Sulla strada (Jack Kerouac)

Consigliato se: parti per un viaggio on the road!

Trama: Il manifesto della Beat Generation è il racconto (autobiografico) di ben 7 anni di viaggio riassunti in uno solo. Un cult.

Kitchen (Banana Yoshimoto)

Consigliato se: stai per affrontare un viaggio in Giappone.

Trama: La giovane protagonista ha perso tutta la sua famiglia e si rifugia nell’unica parte della casa in cui si sente protetta; la cucina. Questa è la storia del suo recupero raccontata con un linguaggio giovane e fresco da un’autrice molto amata del nostro tempo.

La metamorfosi (Kafka)

Consigliato se: non temi gli insetti e sei alla ricerca del tuo vero io.

Trama: Cosa accadrebbe se, una mattina, tu ti svegliassi e fossi diventato un gigantesco scarafaggio? Gregor, il protagonista, si rassegna e cerca di regolare il suo nuovo aspetto, soprattutto nei confronti dei genitori e della sorella. Una storia lucida e agghiacciante… assolutamente da leggere.

E i migliori libri inglesi da leggere in viaggio per i Netflix addicted?

Se sei in aereo, in auto o  in treno con la connessione Internet che va e viene non potrai contare sulla tua serie tv preferita per ingannare l’attesa. Un alternativa, però, c’è: scaricare un libro che puoi leggere anche rimanendo offline (o versione cartacea, come preferisci) tratto dai tuoi film e serie tv preferite: Ragazze a Beverly Hills, E.T. e tanti altri… la nostalgia degli anni ’90 si fa sentire! Se riesci a cavartela bene con l’inglese puoi anche dare un’occhiata alla versione originale… così puoi unire utile e dilettevole e ripassare la lingua anche nei momenti di noia! Se invece il tuo livello linguistico non te lo permette, un corso di inglese ti aiuterà molto a potenziare tutte le skill… tra cui il reading!

Ti è piaciuto I'articolo?


ho letto l’informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali per tutte le finalità ivi descritte. Leggi l’informativa sulla privacy

Alessia

Maniaca dell’ordine, sognatrice seriale; Alessia ama i gatti, il caffè senza zucchero e i film. La sua stagione preferita è l’autunno: foglie ingiallite, i primi freddi e la pioggia. Possibilmente tutti i giorni e, magari, abbondante. Grazie.

    Comments

    comments

    Categorie
    cult

    Articoli correlati

    seguici sui social media