Senza titolo 8

12 film (e 2 serie tv) che ogni architetto dovrebbe vedere assolutamente

Cinema e architettura procedono da sempre appaiati e spesso il risultato sono pellicole di estremo valore estetico, al di là delle trame e dei personaggi rappresentati. Dietro ad ogni...

Cinema e architettura procedono da sempre appaiati e spesso il risultato sono pellicole di estremo valore estetico, al di là delle trame e dei personaggi rappresentati. Dietro ad ogni film si cela un team di figure specializzate, professionisti esperti nel realizzare e mettere in scena location immaginifiche: si va dalle scenografie, ai costumi, alle ambientazioni, etc.

Oggi ti propongo alcuni film e documentari dedicati a chi opera nel settore o che, se sei un architetto, devi proprio conoscere. Buona visione!

Scopri la Guida per trovare lavoro all’estero

12 film (e 2 serie tv) che ogni architetto dovrebbe vedere assolutamente

The Grand Budapest Hotel (2014)

Il Grand Budapest Hotel di Wes Anderson è un incredibile edificio di fantasia nato dalla lavorazione in post produzione di una affascinante struttura abbandonata situata in Germania, il Görlitz Warenhaus Department Store. L’esterno si ispira invece al Palace Bristol Hotel in Repubblica Ceca: il risultato è da favola!

Shining (1980)

L’esempio di come una certa architettura, le stanze, i corridoi, i colori degli interni siano spesso un mezzo efficace se non determinante per creare un’atmosfera claustrofobica e surreale. Simmetrie millimetriche, allucinanti geometrie e l’indimenticabile inquadratura dall’alto sul giardino-labirinto.

Metropolis (1927)

Fritz Lang si ispirò a New York di notte per realizzare la città di Metropolis nel 2026. Come molte altre pellicole di genere “distopico fantascientifico”, l’architettura cittadina è metafora della società: sì avanzata, come testimoniano gli immensi grattacieli, ma che parallelamente sfrutta i più deboli e li relega al sottosuolo.

Blade Runner (1982)

Questo cult di fantascienza degli anni 80 è un esempio di come Metropolis abbia non solo lanciato un genere ma anche inaugurato un filone architettonico tipico dei film distopici ambientati in un futuro dominato dalle macchine. 

The Architect (2016)

Un film ironico e divertente su una coppia che acquista una catapecchia fuori città e per la realizzazione assume un eccentrico architetto. Tuttavia questi pare più intenzionato a realizzare la casa dei suoi sogni: reggerà il matrimonio… e la casa?

Manhattan (1979)

Inquadrature da manuale (compresa quella dell’Ed Koch Queensboro Bridge) e uno skyline diurno e notturno che non si dimentica! Una vera e propria lezione di cinema e architettura, su come si filmano le grandi metropoli affinché possano raccontare non solo una storia ma rappresentare veri e propri stati d’animo.

2001: Odissea nello spazio (1968)

Stanley Kubrick firma una pellicola che ha fatto la storia del cinema ma anche del design: agli architetti e ai designer coinvolti nel progetto venne infatti chiesto di immaginare le versioni future (e l’usabilità) di alcuni oggetti di uso comune. Il risultato è quel tripudio di forme e colori puliti, simmetrici ed eleganti che tutti noi conosciamo!

Inception (2010)

Hai mai pensato che anche i sogni hanno una loro architettura e una loro ambientazione? Christopher Nolan porta sullo schermo un cast di attori stellari e catapulta lo spettatore in una dimensione onirica nella quale, fra gli altri del team, è presente anche un architetto del sogno, colui che riesce a progettare ambientazioni incredibili e anche livelli dentro a livelli: ovvero sogni nel sogno. 

The Matrix (1999)

Prima di Inception qualcun altro, “dormendo”, veniva catapultato in un universo costruito nei minimi dettagli e totalmente artificiale. Solo che quell’universo era il mondo così come lo conosciamo e lo viviamo, frutto della sapiente arte del coding. Tutto attorno a noi sarebbe codice, un software caricato nelle nostre ignare menti.

The Human Scale (2012)

The Human Scale è un documentario danese che chiunque abbia a che fare con l’architettura non può non aver visto: è incentrato sulle ricerche dell’architetto Jan Gehlche che, assieme al suo team, ha viaggiato in diverse città nel mondo studiando l’abitabilità dei centri urbani ma ponendo sempre al centro l’individuo e i suoi bisogni. 

La casa sul lago del tempo (2006)

Al di là della trama, in questo film c’è davvero molta arte. Keanu Reeves interpreta un architetto, figlio d’arte, che acquista una splendida casa sul lago e grazie alla quale inizia una relazione “particolare” con Sandra Bullock. Ma non è tutto: moltissime inquadrature ricalcano esattamente l’estetica di settore e ci sono tantissimi riferimenti alla materia.

Gattaca (1997)

Frank Lloyd Wright è l’architetto che ha progettato quella che è stata poi la stupefacente location della “Gattaca Corporation” in Gattaca – La porta dell’universo. Una struttura realmente esistente situata oltre il Golden Gate Bridge e distante circa 15 miglia da San Francisco: un edificio futuristico utilizzato spesso come set cinematografico.

Menzione speciale: le serie tv

Se hai Netflix, ti piacciono i documentari e il connubio cinema e architettura, devi assolutamente vedere Abstract: the Art of Design e Grand Designs, due must per chiunque si occupi di arte.

Scopri la Guida per trovare lavoro all’estero

 

Ti è piaciuto I'articolo?


ho letto l’informativa sulla privacy ed esprimo il consenso al trattamento dei miei dati personali per tutte le finalità ivi descritte. Leggi l’informativa sulla privacy

Robert

Hi everyone! Sono Robert e vengo da San Francisco; sono un musicista girovago poiché giro il mondo con la mia chitarra, in cerca di nuovi amici. E di me stesso. Sono un amante dei film horror e un appassionato lettore di fumetti!

    Comments

    comments

    Categorie
    zapping

    Articoli correlati

    seguici sui social media