I 7 migliori film di squali di sempre

Oggi ti farò una confessione: da piccola, d’estate, proprio non riuscivo a dormire. Sì, perché con l’estate arrivava il mare, la spiaggia, il sole e… gli squali! Continuavo a...

Oggi ti farò una confessione: da piccola, d’estate, proprio non riuscivo a dormire. Sì, perché con l’estate arrivava il mare, la spiaggia, il sole e… gli squali! Continuavo a pensare che se mi fossi addormentata un enorme squalo bianco avrebbe certamente nuotato fino a sotto il mio letto; mi avrebbe sbranata a suon di morsi e io sarei morta non per le ferite ma per il terrore legato a quella terribile e inquietante musichetta che noi tutti ormai conosciamo fin troppo bene!
Oggi, alla soglia dei trenta, non ho problemi di insonnia e al mare nuoto tranquilla ma la paura di avvistare una pinna all’orizzonte c’è ancora!
Ho a lungo cercato una cura per questa fobia e finalmente sono giunta a una conclusione: per esorcizzare la paura  avrei dovuto guardare dritto in faccia il problema. Quindi avrei dovuto fare indigestione di shark movie!
In questa classifica troverai, allora, i 7 migliori film di squali di sempre e ci sono anche due menzioni d’onore. Sei curioso di sapere quali sono? E, soprattutto, sei curioso di sapere qual è il miglior shark movie?

7. Il fiume del terrore

Anche se questo è un film per la televisione, merita di figurare in classifica. In realtà è una pellicola abbastanza brutta nel senso che le inquadrature, la fotografia e tutto il resto gridano “B-movie” in ogni direzione. E allora perché citarlo? Perché la pellicola è liberamente ispirata a fatti realmente accaduti nel 1916 lungo la costa del New Jersey: i bagnanti, per ben 12 giorni, furono attaccati da uno squalo che fece numerose vittime.
Da vedere perché: Proprio i fatti del 1916 hanno ispirato Spielberg per il suo capolavoro, Jaws.

6. Shark 3D 

La trama è di quelle assurde: una terribile onda anomala travolge una cittadina in Australia e un gruppo di persone resta intrappolato in un supermercato. Ah, ovviamente l’onda anomala ha sparso squali bianchi un po’ ovunque… anche fra gli scaffali.
Dì per sé l’atmosfera di questo film del 2012 è quella giusta e il panico, in alcuni momenti, è davvero reale. Ma l’idea degli “squali volanti” è un po’ troppo kitsch!
Da vedere perché: Gli effetti speciali non sono male!

5. Blu Profondo

Qui gli effetti speciali sono tanti e piuttosto buoni; in più l’idea alla base della storia non è delle peggiori: un gruppo di ricercatori sta studiando il cervello degli squali convinti che questo possa aiutarli a trovare una cura all’Alzheimer. Ma, come è facilmente intuibile, la natura violata dall’uomo si ribellerà e non ci sarà scampo per nessuno!
Da vedere perché: La scena della triste dipartita di Samuel L. Jackson è epica e il pubblico ne è uscito sconvolto!

4. L’ultimo squalo

Un film cult del 1981 dell’italiano Enzo Castellari e girato fra la Sicilia e gli Stati Uniti; racconta la storia di South Bay, una cittadina in lotta contro un grande squalo bianco all’indomani di una gara di windsurf. Il film è bello e da alcuni è considerato il degno sequel del classico di Spielberg.
Da vedere perché: Italianissimo!

3. Open Water

Se lo hai visto, non puoi aver dormito sonni tranquilli… La storia è ispirata a un fatto realmente accaduto: una coppia di sub rimane separata dal resto del gruppo durante un’immersione ai Caraibi e la barca che li accompagna li abbandona. I due, soli in mezzo al mare, vengono circondati da un branco di squali. Il resto lo puoi immaginare.
Da vedere perché: Nonostante sia privo di effetti speciali (la pellicola nacque come film a basso costo), la tensione, il panico e l’angoscia sono molto reali.

2. Lo squalo 2

Il secondo capitolo della saga più famosa al mondo dedicata ai predatori del mare non fu diretto da Spielberg come il primo; tuttavia i protagonisti sono gli stessi e la pellicola conserva un suo perché.
Da vedere perché: Si tratta del migliore dei tre sequel di Jaws.

1. Lo squalo

Jaws ha segnato un punto di svolta nella storia del cinema avendo inaugurato la stagione del blockbuster estivo. Ma non solo: gli attori erano bravissimi, gli effetti speciali (per l’epoca) erano all’avanguardia, Spielberg diresse magistralmente e la colonna sonora era e rimane agghiacciante! La storia è quella dell’isola di Amity, sconvolta dall’arrivo di un feroce, affamato e grande squalo bianco che miete vittime fra i bagnanti.
Da vedere perché: É il classico dei classici; una leggenda che non puoi non conoscere. Tensione, panico, paura e avventura in una pellicola che è entrata di diritto nell’Olimpo del cinema.

Menzioni speciali


Sharknado

Due cose dovrebbero convincerti a guardare questo film: la presenza di Tara Reid e il fatto che la casa di produzione sia specializzata in B-movie!
La trama è assurda come poche altre sanno essere: una catastrofe naturale “risucchia” centinaia di squali dal mare e, attraverso dei tornado, li lancia a raffica su Los Angeles. Riesci a immaginare niente di più stupido? Ah, aggiungi anche i dialoghi surreali e otterrai un film così brutto da essere diventato in poco tempo un vero e proprio cult con tanto di sequel!
Da vedere perché: É talmente ridicolo che non potrai smettere di guardarlo!

Paradise Beach – Dentro l’incubo

La menzione speciale è perché il film deve ancora uscire in Italia ma si preannuncia avvincente e ben costruito. La storia è quella della surfista Nancy che, ferita ad una gamba, rimane bloccata al largo di una paradisiaca spiaggia; qui viene attaccata da un grande squalo bianco che le impedisce di tornare a riva.
Da vedere perché: Blake Lively è davvero brava!

Alessia

Maniaca dell’ordine, sognatrice seriale; Alessia ama i gatti, il caffè senza zucchero e i film. La sua stagione preferita è l’autunno: foglie ingiallite, i primi freddi e la pioggia. Possibilmente tutti i giorni e, magari, abbondante. Grazie.

Comments

comments

Categorie
zapping

Articoli correlati

seguici sui social media