Architetto

Le migliori nazioni in cui trovare lavoro come architetto

Tempi bui per i giovani laureati in architettura: purtroppo le economie dei paesi occidentali (soprattutto europei) sono in recessione e, di questi tempi, non è facile trovare un impiego...

Tempi bui per i giovani laureati in architettura: purtroppo le economie dei paesi occidentali (soprattutto europei) sono in recessione e, di questi tempi, non è facile trovare un impiego stabile presso uno studio di architettura.
Ma, niente paura! Se sei laureato in architettura, sei alla ricerca di un’occupazione e hai voglia di cambiare vita, queste sono le migliori nazioni in cui trovare lavoro come architetto selezionate dal magazine di architettura online Archdaily.
In Europa, purtroppo, gli investimenti nel campo dell’edilizia e degli immobili sono ai minimi storici ma, nel mondo, esistono alcuni paesi ancora economicamente forti e, soprattutto, ci sono nazioni in via di sviluppo le cui economie sono in rapida crescita: proprio qui gli architetti entrano in scena; infatti la crescita di un paese passa anche attraverso il potenziamento di infrastrutture o la progettazione di grandi opere.

  • Norvegia

 La Scandinavia è una delle zone europee più stabili economicamente e non ci sono grossi problemi di lavoro; in particolare la Norvegia è uno dei pochissimi paesi del vecchio continente in cui c’è crescita economica e il tasso di disoccupazione è davvero ai minimi. I salari sono alti, la qualità della vita è ottima: se parli un po’ d’inglese, cosa stai aspettando?!

  • Panama

Panama è un piccolo paese dell’America Centrale che sta investendo molto nella riqualificazione edilizia. Complice la crescita del settore turistico e i grandi investimenti internazionali la richiesta di architetti è davvero molto alta!

  • Svizzera

Un altro baluardo europeo in cui la crisi economica si è fatta sentire marginalmente. In particolare, in Svizzera, è il design ad essere apprezzato e l’aspetto allettante per chi cerca lavoro sono gli alti salari (anche se si è alle prime armi). Spesso è privilegiato chi parla tedesco ma anche con l’inglese si possono fare grandi cose!

  • Brasile

Il Brasile è una nazione economicamente emergente (come Russia, Cina, India e Sudafrica). Per far decollare definitivamente il paese si stanno realizzando nuove infrastrutture e potenziando quelle già esistenti (in particolare quelle relative ai trasporti); i salari non sono altissimi ma le possibilità di crescita e di fare gavetta sono infinite.

  • Vietnam

Questo paese asiatico è in forte crescita: gli stipendi per gli esperti del settore edile non sono altissimi ma c’è grande richiesta di architetti stranieri poiché quelli vietnamiti non sono, solitamente, molto preparati. Un punto a favore, poi, è il contenuto costo della vita: anche con uno stipendio basso (per esempio 500 euro mensili) si può vivere molto bene.

  • India

Assieme a Brasile, Cina, Russia e Sudafrica, l’India rappresenta una delle nuove potenze economiche mondiali; le grandi opere sono finanziate dal settore pubblico e privato e il paese sta investendo parecchio nella realizzazione di nuove infrastrutture. Il settore edilizio è uno dei settori in cui non si registra disoccupazione.

  • Arabia Saudita

L’Arabia Saudita offre salari alti, opportunità di lavoro davvero ghiotte e tempi di attivazione dei progetti assai brevi: insomma, il paradiso per ogni architetto! L’unico ostacolo può essere la lingua ma con l’inglese, di solito, non si hanno problemi; le zone migliori in cui cercare un impiego sono Riyadh e Jeddah.

  • Australia

La terra dei canguri è il sogno dei tanti (architetti e non) che desiderano lasciare tutto per trasferirsi dall’altra parte del mondo. Qui i salari sono buoni, gli orari di lavoro allettanti e la qualità della vita è alta! Le zone migliori in cui cercare lavoro sono quelle di Perth e Brisbane. 

  • Cina

Ti basterà sapere che in 30 anni, in Cina, sono sorte 450 nuove città! Il paese ha grandi problemi urbanistici dovuti allo spostamento massiccio della popolazione dalle campagne alle città: questo ha reso necessario riqualificare i centri urbani (soprattutto Shenzen, Shangai, Hong Kong e Pechino) con l’aiuto di finanziamenti miliardari. Le difficoltà culturali e linguistiche non sono da sottovalutare ma, se dimostrerai di avere spirito di adattamento, la Cina saprà offrirti grandi possibilità di crescita e guadagno!

Roberta

Roberta è nata e cresciuta a Venezia; è laureata in storia dell'arte e sogna di possedere un sidecar da condividere con il suo amico immaginario Pino, compagno di avventure e di chiacchierate tanto interessanti quanto assurde. Tutti la prendono in giro perché porta il 41 di scarpe!

    Comments

    comments

    Categorie
    go abroad

    Articoli correlati

    seguici sui social media