Australia: 6 buoni motivi per partire subito

Se stai pensando di cambiare vita, di lasciare il paese e di tentare il tutto per tutto dall’altra parte del mondo, c’è una cosa che devi ponderare con attenzione:...

Se stai pensando di cambiare vita, di lasciare il paese e di tentare il tutto per tutto dall’altra parte del mondo, c’è una cosa che devi ponderare con attenzione: dove andare. La prima cosa da dire è che non esistono destinazioni più “giuste” delle altre: ci sono luoghi più o meno adatti alle proprie esigenze e destinazioni che offrono più possibilità di altre. Fra queste c’è anche l’Australia, un paese che ha tutte le carte in regola e che, se stai pensando di espatriare, potrebbe essere un’ottima scelta. Vediamo insieme perché.

Australia: 6 buoni motivi per partire subito

1. È un paese in salute con un’anima accogliente e multiculturale

L’Australia è uno dei pochi paesi al mondo che non ha sofferto degli effetti della crisi economica globale degli ultimi anni; anzi secondo l’Economist il 2016 è stato il 25esimo anno consecutivo di crescita economica del paese. Una crescita dovuta alla gestione oculata delle risorse economiche e ad investimenti importanti in alcuni settori cruciali: quello minerario e agricolo ma anche il turistico e quello relativo all’educazione. Su tutto questo influisce anche la posizione geografica: così isolata e lontana, infatti, l’Australia riesce a controllare con facilità il flusso di persone e di merci in arrivo e a regolamentarli a proprio favore.

Scopri la Guida per viaggiare gratis con la lingua Inglese

 2. La qualità della vita è altissima

Melbourne è una delle città australiane più amate dagli europei ed è stata recentemente premiata (per la sesta volta consecutiva) come la città in cui si vive meglio al mondo; nella top ten rientrano anche Adelaide e Perth, rispettivamente al quinto e al settimo posto; Sydney si trova in undicesima posizione. In Australia si può usufruire di tutte le comodità e i servizi dati dal vivere in città moderne e cosmopolite senza tuttavia rinunciare ad aree verdi e alla natura incontaminata; il tutto in una quasi assenza di traffico, con servizi efficientissimi in ogni campo e un livello di sicurezza davvero molto alto.

3. Lo stile di vita è “Easy Going”

La giornata inizia con una corsa sulla spiaggia o con una nuotata nell’oceano, per poi proseguire con un’abbondante colazione; poi c’è spazio per il lavoro (of course) e, perché no, per una pausa pranzo al parco, tra pappagalli e piante tropicali. La giornata termina quando il sole è ancora alto… magari si torna in spiaggia e poi ci si concede una birra con gli amici. Tutto questo è lo stile di vita “easy going”, tranquillo, spensierato, tipico dell’Australia. 

4. Tante meraviglie in un unico paese

Con i suoi oltre 7500 km² l’Australia si estende su una superficie pari a quella europea e in questo enorme spazio si alternano deserti, foreste tropicali, montagne, lunghissime strisce di costa rocciosa o di sabbia finissima; si va dalla Great Ocean Road, a Uluru e il Red Centre; dalle Whitsundays a Fraser Island; dai Dodici Apostoli alle Blue Mountains; dalla Grande Barriera corallina ai Pinnacles. Tutto in un unico paese!

5. In Australia il settore educativo è al top

 L’Australia è un’ottima destinazione per chi vuole intraprendere un percorso di studio o per chi desidera integrare la propria formazione con un’esperienza all’estero. Il settore educativo australiano, infatti, rientra nei 5 settori che registrano una maggiore crescita: pensa che ogni anno circa 200 milioni di dollari vengono destinati dal Governo a borse di studio internazionali. Nel 2015 ha anche raggiunto un record importante: quasi mezzo milione di studenti provenienti da oltre 200 paesi di tutto il mondo ha, infatti, intrapreso un percorso di studi proprio nella terra dei canguri. E gli italiani? Nel 2015 10.000 persone sono partite dall’Italia con un visto Student e il trend è in continua crescita: secondo i dati del rapporto Giovani italiani in Australia, dal 2011 al 2015 il numero di visti Student rilasciati a nostri connazionali è passato da poco meno di 2000 a oltre 4000.

 6. Il mercato del lavoro è florido e flessibile

In Australia il tasso di disoccupazione è estremamente basso, pari al 5,7% e proprio in virtù di questo trovare lavoro è relativamente semplice; basti pensare che qui 1 lavoratore su 3 non è nato down under. Per chi parte la parola d’ordine è, comunque, “flessibilità” in quanto trovare lavoro non è complicato ma almeno all’inizio bisogna essere disposti ai lavori cosiddetti “casual”, ovvero lavori per i quali non è richiesta una particolare esperienza lavorativa perché il mestiere lo si può apprendere sul campo.

Cosa stai aspettando?

Per organizzare al meglio il tuo viaggio in Australia, puoi rivolgerti a Go Study Australia, società di consulenza formativa che supporta gratuitamente chiunque desideri studiare, lavorare e trasferirsi in Australia. In più, grazie alla partnership fra MyES & Go Study Australia potrai accedere al miglior supporto per realizzare il tuo Australian Dream!

Scopri la Guida per viaggiare gratis con la lingua Inglese

 

Alessia

Maniaca dell’ordine, sognatrice seriale; Alessia ama i gatti, il caffè senza zucchero e i film. La sua stagione preferita è l’autunno: foglie ingiallite, i primi freddi e la pioggia. Possibilmente tutti i giorni e, magari, abbondante. Grazie.

Comments

comments

Categorie
go abroad

Articoli correlati

seguici sui social media