Gli accenti inglesi: riconoscerli e praticarli

Quando si studia inglese, c’è una cosa che può scoraggiare anche lo studente più preparato: un accento poco riconoscibile o di difficile comprensione. Infatti, quando si parla d’inglese, non...

Quando si studia inglese, c’è una cosa che può scoraggiare anche lo studente più preparato: un accento poco riconoscibile o di difficile comprensione. Infatti, quando si parla d’inglese, non è raro incappare in accenti davvero difficili da capire o completamente differenti da quelli sentiti a scuola, nei film o in tv. Per aiutarti a districarti, oggi ti propongo il video di questo ragazzo inglese che si cimenta nella realizzazione di ben 24 accenti diversi.

Scopri la Guida alle certificazioni per la lingua Inglese

Gli accenti inglesi: riconoscerli e praticarli

La premessa da fare è una: il video è ironico e divertente; alcune parlate risultano stereotipate, così come lo sono i dialoghi. Tuttavia il filmato è utile per due motivi: fa vedere come anche solo nel Regno Unito coesistano una miriade di accenti diversi; in più, nella seconda parte, mostra come ognuno di noi, a seconda del paese di origine, abbia un forte e caratteristico accento quando parla inglese. 

Perché è utile?

Di solito chi studia l’inglese lo apprende in un primo momento a scuola e qui non ha occasione di ascoltare tanti accenti diversi. In Italia gli insegnanti di inglese madrelingua nella scuola pubblica non sono molti, quindi quasi sempre si sente parlare inglese da italiani abilitati all’insegnamento della materia. Chi invece si iscrive a corsi post-diploma in scuole private di buona qualità, potrà frequentare lezioni tenute da insegnanti non solo madrelingua ma che provengono anche da diverse parti del mondo. Così si ha l’occasione di praticare tanti accenti diversi! Questo video mostra proprio questo: l’inglese parlato da un australiano è assai diverso da quello parlato da un londinese, ma quest’ultimo avrà una cadenza e uno slang assai differenti da un abitante di Liverpool!

La seconda parte del video, invece, è utile per capire, per esempio, che quando ci si trova all’estero la difficoltà di comprensione può venire da persone di diversa provenienza che parlano inglese con accenti differenti (e di solito molto marcati). Ovviamente con il passare del tempo e con la pratica, la difficoltà diminuisce e si riesce a capire sempre meglio, anche gli accenti più difficili o meno conosciuti. Tuttavia è bene iniziare a fare pratica fin da subito e abituare l’orecchio a suoni e cadenze diversi.

Tu cosa puoi fare?

Un esercizio davvero utile consigliatomi qualche tempo fa da un’insegnate madrelingua è quello di registrarsi mentre si parla (non mentre si legge) in inglese. Per farlo ti basta uno smartphone: parla normalmente di qualcosa in inglese (o con qualcuno), registrati e poi riascoltati. In questo modo ti accorgerai di molte cose: noterai l’accento, la cadenza, le tue incertezze e la fluidità di espressione. Non ti resta che provare!

Scopri la Guida alle certificazioni per la lingua Inglese

 

Alessia

Maniaca dell’ordine, sognatrice seriale; Alessia ama i gatti, il caffè senza zucchero e i film. La sua stagione preferita è l’autunno: foglie ingiallite, i primi freddi e la pioggia. Possibilmente tutti i giorni e, magari, abbondante. Grazie.

Comments

comments

Categorie
english bits

Articoli correlati

seguici sui social media